Vai ai contenuti

PROGETTO MAYHEM

la democrazia è una forma di religione, è l'adorazione degli sciacalli da parte dei somari

Archivio

Archivio per Maggio 2006

da RaiNews24 :

Nell’inchiesta un veterano americano che ha partecipato a “Desert Storm”, accusa l’Amministrazione americana di aver utilizzato una piccola bomba nucleare a penetrazione di 5 chilotoni di potenza nella zona tra la città irachena di Basra ed il confine con l’Iran

Per controllare queste dichiarazioni Rainews24 ha cercato di verificare se durante la prima guerra del Golfo era stato registrato un evento sismico pari a 5 chilotoni. Consultando l’archivio “on line” del “Sismological International Center” ha trovato che proprio nella zona descritta dal veterano, era stato registrato un evento sismico di potenza corrispondente a 5 chilotoni, l’ ultimo giorno del conflitto.  continua…

Ricevo la segnalazione e volentieri giro al lettore :

Torno a parlare  della questione meridionale e dei guasti che il Sud della penisola ha subito a causa di quell’unità d’Italia, che unità non fu – e non è – ma si trattò di una vera “annessione”.

Nel 1815, quando i Borboni rientrarono a Napoli, la popolazione del Reame era di 5.100.000 abitanti. Nel 1835 era cresciuta di 1.000.000 de nel 1846 toccò gli 8.500.000 abitanti, che diventarono 9.117.050 nel 1856 (ultimo censimento disponibile).

I Borboni – a dispetto dell’immobilismo spagnolo – costruirono strade, formarono un esercito, svilupparono l’industria e il commercio, potenziarono la pesca e svilupparono il turismo. Prosperarono ricchezza e cultura e il Reame divenne uno degli Stati più ricchi al mondo.

La ferrovia fece la sua apparizione nel 1839, con la tratta Napoli – Portici, poi estesa fino a Castellammare. Seguirono la Napoli – Capua, la Napoli – Nola estesa im seguito dapprima fino a Sarno e poi fino a Sansevero. continua…

Credeteci, banda di coglioni.

Il Times di Londra all’attacco: contributo di 230 mila euro ai pargoli di almeno 80 euroburocrati

Londra – Un fondo nero da oltre 230.000 euro per pagare le vacanze ai figli dei ricchi funzionari europei. Secondo il Times di Londra la prossima settimana i pargoli di almeno 80 euroburocrati passeranno una splendida settimana bianca sulle Alpi in gran parte pagata dai contribuenti del Vecchio Continente. Sarà solo la prima sessione di una vacanza annuale che comprende anche 4 campi estivi in famosi luoghi turisti continentali. La cifra stanziata è notevole: 234.000 euro. La notizia dell’ennesimo privilegio accordato ai principali funzionari che lavorano nell’Unione Europea ha scatenato l’indignazione e le proteste di alcuni europarlamentari e naturalmente della più “euroscettica” stampa britannica che ancora una volta si scaglia contro “la mangiatoia europea”. continua…