Acque internazionali, al largo della Striscia di Gaza – Infopal. 

All’alba di quest’oggi, 31 maggio, Israele ha aggredito con navi da guerra della Marina militare appoggiata da elicotterila Freedom Flotilla, che trasporta tonnellate di aiuti per la popolazione della Striscia di Gaza, sotto embargo da circa quattro anni.

Vi sono almeno dieci morti (ma probabilmente di più) e vari feriti sulla nave turca della Flotilla.

L’aggressione – che è ancora in corso – è avvenuta in acque internazionali, pertanto si tratta a tutti gli effetti di pirateria.

È degno di nota il fatto che i partecipanti sono persone assolutamente pacifiche, disarmate, il cui unico scopo è quello di portare gli aiuti alla popolazione di Gaza.

Ah, l’unica vera democrazia del medio-oriente…