Vai ai contenuti

PROGETTO MAYHEM

la democrazia è una forma di religione, è l'adorazione degli sciacalli da parte dei somari

Archivio

Archivio per Ottobre 2010

dal Corriere

Si vive anche di simboli. E la busta arancione che l`Inps aveva promesso di spedire ai suoi assistiti, comprese le partite Iva della cosiddetta gestione separata, era diventata in poco tempo per consulenti e professionisti senza Ordine un test di inclusione e di cittadinanza.

Il governo, infatti, aveva annunciato che entro il 2010 l’Inps avrebbe inviato a casa l’estratto conto aggiornato dei versamenti previdenziali fino a quel momento. Quell’estratto conto, novità assoluta, avrebbe contenuto addirittura una proiezione sull’ammontare finale dell’assegno di pensione.

Un`operazione perfetta perché avrebbe abbinato la massima trasparenza nel rapporto con i contribuenti a un vantaggio di «sistema». Chi, in virtù della documentazione fornita, avesse finito per giudicare insufficiente l`ammontare previsto per la sua pensione, avrebbe avuto il tempo di potersi disegnare una polizza integrativa con caratteristiche complementari all`assegno Inps.

Il costruendo «secondo pilastro» del sistema previdenziale italiano ne avrebbe sicuramente tratto beneficio. Il sogno di avere un welfare scandinavo anche nel Belpaese (in Svezia e Norvegia esiste già l`equivalente della busta arancione) si è però infranto con problemi organizzativi.

Ma avevate dubbi in proposito?

L`Inps dichiara che sarebbe stata assolutamente in grado di realizzare l`operazione ma non lo erano la maggior parte delle altre Casse di previdenza (circa una trentina) a causa di una informatizzazione inadeguata delle proprie banche dati. continua…

Byoblu invita a ragionare e dato che la propaganda sta facendo parecchi danni, ripropongo qui il loro pezzo sull’argomento :

Diciamoci la verità. All’attentato a Maurizio Belpietro non ci crede nessuno. A parte Libero e il Giornale, s’intende, e forse non ci credono neppure loro. Poi, che nessuno possa dirlo con franchezza, non ci piove. Tranne i soliti che si radono la lingua tutte le mattine, gli altri sono tenuti a ballare il walzer dell’ipocrisia, magari a dentri stretti e con un sorriso tirato.

La zattera di fortuna sul quale si è imbarcato Alessandro N., l’agente scelto che ha estratto la pistola per sparare tre colpi, fa acqua da tutte le parti. Fa acqua per il giudice D’Ambrosio, al quale l’esuberante uomo della scorta aveva sventato, con le stesse modalità, un attentato nel ’95, ricavandone una promozione. Il giudice non ha mai creduto alla versione del suo solerte protettore ed è davvero singolare che, in un paese dove da quindici anni gli uomini delle scorte si girano i pollici lamentando l’ormai cronica assenza di attentatori, allo stesso agente capitino ben due episodi e con le stesse curiose modalità. continua…

(ANSA) – ROMA, 27 SET -In un futuro troppo lontano i farmaci antiacidita’ potrebbero diventare la nuova cura alternativa alla chemioterapia. Gli inibitori della pompa protonica e persino il bicarbonato sono il nuovo filone cui si stanno dedicando diversi medici, perche’ efficaci, senza effetti collaterali e meno costosi. A fare il punto sulla terapia gli scienziati riunitisi all’Istituto superiore di sanita’, per il primo simposio dell’International society for proton dynamics in cancer.

L’argomento è piuttosto difficile, tecnico e sicuramente non affrontabile in poche righe.
Ma sicuramente queste poche righe bastano per mandare a quel paese tutti coloro che sui vari siti hanno fatto guerra alla questione “bicarbonato” come se chi ne parlasse fosse semplicemente un povero pirla.
Basti guardare qualche thread sul simpatico sito luogocomune.net e leggere cosa sono riusciti a scrivere sul malcapitato Mazzucco, che ha la “colpa” di aver divulgato le teore del Simoncini.

Ma leggiamo ancora : continua…