Vai ai contenuti

PROGETTO MAYHEM

la democrazia è una forma di religione, è l'adorazione degli sciacalli da parte dei somari

Archivio

Tag: grecia

Dehe!

da La Stampa

Non succede, ma se succede sono pronti. L’Ue è convinta del meglio, pensa che la Grecia non uscirà dall’Eurozona, eppure non può fare a meno di ragionare sul peggio.

Lo chiamano «worst case scenario», la prospettiva peggiore possibile, Atene che cambia leadership politica, rompe i patti e dice addio a Bruxelles.

E’ necessario stimare anche quella. Fra le misure allo studio anche la limitazione d’imperio del prelievi ai bancomat, la reimposizione dei controlli di frontiera e anche di una ritorno alla piena e stretta vigilanza sui movimento di capitale all’interno dell’Eurozona. Tutto per evitare contagio, panico e ulteriore crisi.

Il voto greco fa paura. Se la coalizione della sinistra radicale, Syriza, dovesse affermarsi alle elezioni di domenica, esiste una possibilità (remota) che il nuovo governo faccia saltare il tavolo. Alexis Tsipras, il capo del raggruppamento, l’ha minacciato con decisione sino a qualche settimana fa. continua…

dal Sole24Ore

Negli ultimi due anni la Grecia ha assunto invece di licenziare. Il governo di Atene, sull’orlo della bancarotta anche per le dissennate politiche di assunzione nel settore pubblico in tempi di allegra finanza e apparente benessere, avrebbe violato l’accordo con l’Unione europea e il Fondo monetario internazionale assumendo circa 70mila funzionari fra il 2010 e 2011, secondo un rapporto pubblicato oggi dalla rivista To Vima.

Il settimanale di centro-sinistra, vicino ai socialisti del Pasok, giudicato affidabile da chi conosce bene la società greca, cita una relazione della missione della Troika (Ue, Bce ed Fmi) e un analogo documento del ministro delle Finanze ad interim, George Zannias. continua…

da City A.M.

16th May 2012, 1:43am

I mercati sono crollati di nuovo ieri, dopo che la Grecia ha annunciato che il mese prossimo si terranno nuove elezioni, sollevando lo spettro del paese : respingere il suo piano di salvataggio ed essere quindi costretti a lasciare la zona euro.

Sono precipitati gli stock in tutta europa e i governi della zona euro hanno visto i costi di finanziamento salire nettamente sull’onda della rinnovata incertezza, mentre i rendimenti del Bund tedesco sono scesi al minimo record in quanto gli investitori sono corsi ai ripari.

I timori di una corsa alle banche in Grecia si sono manifestati anche ieri dopo l’escalation verbale in una riunione fra il presidente Karolos Papoulias e i leader di partito, i quali hanno dimostrato che il lunedì precedente la fuga di capitali raggiungeva gli 800 milioni di euro, soldi che lasciavano i depositi nelle banche greche perchè i clienti hanno iniziato a prelevare contanti in vista di possibili controlli sui capitali o di una uscita dall’area eurocontinua…