Vai ai contenuti

PROGETTO MAYHEM

la democrazia è una forma di religione, è l'adorazione degli sciacalli da parte dei somari

Archivio

Tag: guerra

dal blog Miranda Ecate Rebellio, che traduce un articolo del Guardian

Afghanistan – War Logs : ingenti fughe di file segreti espone le verità sull’occupazione. Migliaia di civili afghani uccisi senza scrupoli e senza motivo.

Nick Davies e David Leigh

guardian.co.uk, Domenica 25 luglio 2010 22,03 CEST

Articolo storia

I rapporti di guerra, rivelano uccisioni di civili da parte delle forze della coalizione, gli sforzi segreti per eliminare i leader talebani e di al-Qaida, e discutere il coinvolgimento di Iran e Pakistan nel sostenere gli insorti.

La cache enorme di file segreti militari degli Stati Uniti oggi fornisce un ritratto devastante della fallimentare guerra in Afghanistan, rivelando come le forze della coalizione abbiano ucciso centinaia di civili in incidenti non dichiarati, gli attacchi dei talebani sono saliti alle stelle ed i comandanti della NATO paventano che i vicini Pakistan ed Iran stiano alimentando l’insurrezione. continua…

by Dr. Jacques R. Pauwels

Negli Stati Uniti, la Seconda Guerra Mondiale è considerata generalmente come “la buona guerra”.

In contrasto con molte delle guerre dell’America, per ammissione generale ritenute perniciose, come le Guerre Indiane, quasi dei genocidi, e come il feroce conflitto nel Vietnam, la Seconda Guerra Mondiale è largamente celebrata come una “crociata”, nella quale gli USA hanno combattuto incondizionatamente dalla parte della democrazia, della libertà e della giustizia, contro le dittature.
Non fa meraviglia che il Presidente George W. Bush ami paragonare l’attuale “guerra contro il terrorismo” con la Seconda Guerra Mondiale, insinuando che l’America ancora una volta si colloca dalla parte giusta in un conflitto apocalittico tra il Bene e il Male.
Comunque, le guerre mai hanno presentato un lato scuro e l’altro completamente candido, come Mr. Bush vorrebbe farci credere, e questo può applicarsi anche alla Seconda Guerra Mondiale. L’America certamente merita credito per il suo contributo importante alla vittoria, dopo strenua lotta, che alla fine ha arriso agli Alleati. Ma il ruolo delle imprese Americane giocato nella guerra è seccamente sintetizzato dalla dichiarazione del Presidente Roosevelt, per cui gli USA erano un “arsenale democratico”. Quando gli Americani sbarcarono in Normandia nel giugno 1944 e catturarono i primi autocarri, scoprirono che questi veicoli erano forniti di motori prodotti da ndustrie Americane, come la Ford e la General Motors. (1) uindi, era accaduto che il sistema industriale e finanziario americano era stato utilizzato come arsenale del Nazismo. continua…

di Alessandro Iacuelli

Un improvviso allarme arriva da un’organizzazione afghana per i diritti umani che l’11 maggio ha dichiarato che delle persone, in particolare dei civili, siano state colpite da armi al fosforo bianco durante uno scontro tra truppe americane e ribelli. In effetti, i medici afghani della provincia di Farah hanno in cura 16 pazienti con gravi ustioni, dopo lo scontro armato avvenuto il 4 maggio scorso. Ustioni che i medici classificano come “inusuali”. La commissione indipendente per i diritti umani in Afghanistan ha deciso di aprire un’inchiesta sul possibile uso di fosforo bianco o di equivalenti armi chimiche di tipo incendiario contro i civili durante lo scontro. Nader Nadery, un membro di questa commissione, ha dichiarato al governatore di Farah che anche molti dei cadaveri ritrovati hanno il corpo fuso o ricoperto da ustioni estese.
Il fosforo bianco è un materiale spontaneamente infiammabile, che provoca gravi ustioni sul corpo, spesso fondendo parti anatomiche e provocando la morte. Secondo le convenzioni internazionali vigenti, non è vietato il suo uso, ma non può essere utilizzato su zone abitate. La risposta immediata è arrivata dal comando militare statunitense, con un comunicato in cui afferma di aver documentato 44 casi in cui “i militanti talebani hanno usato fosforo bianco in attacchi, o sono state trovate queste armi nei loro depositi”. Il significato è chiaro: sono i ribelli ad usare il fosforo e non l’esercito americano. continua…

Vivace avventura per capire meglio “l’autodifesa israeliana”…

Libano: Hezbollah cattura due soldati israeliani, altri sette uccisi

Secondo la polizia libanese, i due soldati sono stati catturati in territorio libanese, nella regione di Aïta al-Chaab vicino alla frontiera, mentre la televisione israeliana ha segnalato che erano stati catturati in territorio israeliano.

Hezbollah arresta due soldati israeliani

Beirut, 12 luglio. (BNA) il movimento libanese Hezbollah ha annunciato mercoledì l’arresto di due soldati israelianinel Libano del sud. La polizia libanese ha detto che i due soldati sono stati arrestati mentre entravano nella città di Aitaa Al-Chaab all’interno del confine libanese. Velivoli israeliani erano attivi nel cielo sopra il Libano del sud, ha detto la polizia, con i jet che bombardavano le strade che conducono alla città del mercato di Nabatiyeh, 60 chilometri a sud di Beirut. continua…

Se vi siete già gustati la prima parte…continuiamo allegri l’avventura!

Israele vuole arrivare al fiume Litani Bombe nella notte su Beirut

avevate dubbi?

ROMA – Si intensifica l’offensiva di Israele in Libano, dove 900 persone sono morte in tre settimane di conflitto. Olmert, il cui obiettivo di creare una fascia di sicurezza nel sud Libano pare oggi quasi raggiunto, ha fatto sapere che cesserà i combattimenti solo dopo il dispiegamento di una forza internazionale al confine e ha ordinato ai suoi soldati di puntare al fiume Litani. Ma il leader di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha negato i successi militari di Tsahal e ha minacciato di colpire Tel Aviv se Beirut sarà ancora bombardata. Si presuppone che abbia qualcosa meglio dei Katyhusha… Aspri combattimenti sono in corso nel sud, mentre, dopo nove giorni, Beirut è di nuovo sotto le bombe dei caccia israeliani, e una pioggia di razzi di Hezbollah si è abbattuta sulla Galilea, uccidendo almeno otto civili israeliani (66 vittime dall’inizio del conflitto, il 12 luglio). continua…